MIUR – Decreto Ministeriale 29 dicembre 2016 n. 999 Criteri di ripartizione del contributo a favore delle università non Statali per l’anno 2016

logo_repubblica_miur

Decreto Ministeriale 29 dicembre 2016 n. 999

Criteri di ripartizione del contributo a favore delle università non Statali per l’anno 2016

 

“Cattedre Giulio Natta” – Lettera al Ministro Stefania Giannini sulle cattedre del merito “Giulio Natta”: l’autonomia universitaria è norma di legge e va osservata da tutti

Logo_def

UNIONE SINDACALE PROFESSORI E RICERCATORI UNIVERSITARI

 

 

 

Lettera del Segretario nazionale USPUR prof. Maurizio Masi al Ministro IUR on. Stefania Giannini sulle cattedre del merito “Giulio Natta”: l’autonomia universitaria è norma di legge e va osservata da tutti.

 

 

DPCM 20 Giugno 2016 – “Cattedre universitarie Giulio Natta”

 

MIUR – Collegi Universitari di merito Pubblicati i D.D.M.M. nn. 672 e 673 relativi al riconoscimento ed all’accreditamento dei Collegi Universitari “di merito” ai sensi degli artt. 16 e 17 del D.Lgs. n.68/2012

logo_repubblica_miur

Collegi Universitari di merito

Pubblicati i D.D.M.M. nn. 672 e 673 relativi al riconoscimento ed all’accreditamento dei Collegi Universitari “di merito” ai sensi degli artt. 16 e 17 del D.Lgs. n.68/2012

DPCM 20 Giugno 2016 – “Cattedre universitarie Giulio Natta”

logo_repubblica_miur

DPCM 20 Giugno 2016  MIUR – MEF

“Cattedre Natta”, le 500 posizioni da professore associato e ordinario che il governo si accinge ad assegnare a ricercatori, per lo più residenti all’estero.

 


 

cun

Mozione del CUN sullo Schema di Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri relativo alle «Cattedre universitarie del merito Giulio Natta».

Gli Stati Generali della lingua italiana nel mondo

statigeneralilinguaitaliana small

Programma

Il prossimo 17 e 18 ottobre si svolgerà a Firenze la seconda edizione degli Stati Generali della lingua italiana, intitolata Italiano Lingua Viva. L’evento sarà dedicato ad approfondire i temi della promozione linguistica e culturale all’estero con particolare attenzione al ruolo del mondo dell’impresa e delle produzioni creative del Made in Italy, proseguendo la riflessione avviata  nel 2015. L’iniziativa avverrà in concomitanza con la XVI Settimana della lingua italiana nel mondo (17 – 23 ottobre 2016) che sarà dedicata al tema della creatività ed avrà il titolo L’italiano e la creatività: marchi e costumi, moda e design.
Il 17 ottobre verrà lanciato il nuovo Portale della lingua italiana nel mondo. Verrà inoltre approfondita il tema dell’uso della lingua italiana nelle strategie di comunicazione delle aziende del Made in Italy con la partecipazione di rappresentanti dei settori della moda, del design, dell’enogastronomia e dell’auto-motive. Il 18 ottobre verranno presentati i risultati dei progetti avviati con la prima edizione del 2014 e i dati aggiornati sulla diffusione dell’insegnamento dell’italiano nel mondo. Allo stesso tempo si discuterà del legame tra lingua italiana e creatività.
Anche in questa edizione degli Stati Generali, sarà centrale il contributo di esperti, accademici e rappresentanti degli altri enti attivi nella promozione linguistica all’estero, convocati lo scorso 6 maggio dal Vice Ministro Mario Giro e dal Direttore Generale per la Promozione del Sistema Paese, Vincenzo De Luca, per l’avvio dei seguenti 5 Gruppi di Lavoro:

  • L’italiano nel mondo e l’italofonia
  • Strategie di promozione linguistica all’estero e attrazione degli studenti
  • Le nuove tecnologie e la comunicazione linguistica
  • La certificazione unica
  • Lingua, valore e creatività

Questa seconda edizione segue la prima edizione degli Stati Generali dell’ottobre del 2014, manifestazione che ha avuto il merito di rilanciare la promozione della lingua italiana all’estero, quale straordinario strumento di politica estera e di promozione del sistema paese nel suo insieme. In quell’occasione si è fatto il punto sullo stato di diffusione dell’insegnamento dell’italiano all’estero e si è definita una strategia operativa con l’avvio si progetti nuovi ed innovativi.
L’iniziativa del 2014, promossa dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e con il Comune di Firenze, è stata l’occasione per delineare nuove strategie di diffusione dell’italiano all’estero sulla base delle attuali sfide.
Tra le principali proposte emerse nel 2014 ricordiamo:

  • La creazione del Portale della Lingua italiana nel mondo, che sarà lanciato nella prossima edizione degli Stati Generali di ottobre 2016;
  • L’avvio di un progetto per  l’invio di laureati specializzati nell’insegnamento dell’italiano come lingua straniera, lanciato in via sperimentale nell’anno accademico 2015/2016, e a cui hanno aderito oltre 30 università straniere per l’anno accademico 2016/2017;
  • L’istituzione di una classe di concorso apposita per i docenti specializzati nell’insegnamento dell’italiano come L2, realizzata dal MIUR con la nuova classe di concorso A23;
  • La costituzione dell’Albo degli Italofoni che viene aggiornato periodicamente con l’inserimento di nuovi nominativi;
  • L’avvio di una Valutazione Indipendente dei corsi di lingua italiana all’estero, iniziata nel 2016, con una prima raccolta di dati relativi alla qualità didattica dei corsi d’insegnamento erogati dagli IIC.

Ad ottobre 2015, si è svolto a Firenze l’evento Riparliamone: la lingua ha valore per fornire un aggiornamento sull’attuazione dei progetti avviati nel 2014. Oltre ai dati aggiornati sulla diffusione dell’insegnamento dell’italiano nel mondo, il convegno ha fornito l’occasione per riflettere sul valore dell’italiano per il sistema economico e fare il punto sulle priorità su cui lavorare verso gli Stati Generali 2016. Il Vice Ministro Giro ha sottolineato l’importanza di sviluppare una certificazione della lingua unitaria da realizzare  in collaborazione con il MIUR.
Il convegno è poi proseguito con gli interventi di esponenti del mondo dell’economia e delle imprese che hanno fornito il loro contributo alla riflessione sul legame esistente tra la lingua italiana e le produzioni tipiche del Made in Italy. Sempre più spesso infatti la lingua italiana è utilizzata all’estero per comunicare un legame con l’Italia in molti settori quali la moda, l’enogastronomia, l’arte, il design, l’architettura e la musica Inoltre, imprese italiane e straniere usano l’italiano nella loro strategia di comunicazione aggiungendo così valore al proprio prodotto e al proprio marchio. Anche nei casi in cui gruppi stranieri hanno acquisito aziende italiane, si assiste spesso alla valorizzazione del marchio italiano quale fattore distintivo e collettore di clientela. La lingua italiana svolge, quindi, un ruolo molto importante per la proiezione dell’immagine dell’Italia all’estero con ricadute positive per il sistema economico.

 

Stati Generali della lingua italiana nel mondo – Al via ufficialmente oggi in Farnesina il percorso verso la seconda edizione

Università, la nuova Abilitazione Scientifica Nazionale: D. M. 29 luglio 2016 n. 602 Determinazione dei valori-soglia degli indicatori di cui agli allegati C, D ed E del D. M. 7 giugno 2016 n. 120 Pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 5 luglio 2016 n. 155 Regolamento recante criteri e parametri per la valutazione dei candidati ai fini dell’attribuzione dell’abilitazione scientifica nazionale per l’accesso alla prima e alla seconda fascia dei professori universitari ……. ASN 2016 – FAQ

logo_repubblica_miur

Decreto Ministeriale 29 luglio 2016 n. 602
Determinazione dei valori-soglia degli indicatori di cui agli allegati C, D ed E del D.M. 7 giugno 2016, n. 120

 

ASN 2016 – FAQ

È disponibile il documento con le FAQ, aggiornato al 06/09/2016

 

cun

Parere del CUN su “Determinazione dei valori-soglia degli indicatori da utilizzare per la valutazione della qualificazione scientifica degli aspiranti commissari e per la valutazione dei candidati ai fini dell’attribuzione dell’abilitazione scientifica nazionale per l’accesso alla prima e alla seconda fascia di professori universitari….(Adunanza del 26/07/2016)

gazzetta_2

Decreto Ministeriale 7 giugno 2016 n. 120
Pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 5 luglio 2016 n. 155

Regolamento recante criteri e parametri per la valutazione dei candidati ai fini dell’attribuzione dell’Abilitazione Scientifica Nazionale per l’accesso alla prima e alla seconda fascia dei professori universitari, nonché le modalità di accertamento della qualificazione dei Commissari, ai sensi dell’articolo 16, comma 3, lettere a), b) e c) della legge 30 dicembre 2010, n. 240, e successive modifiche, e degli articoli 4 e 6, commi 4 e 5, del decreto del Presidente della Repubblica 4 aprile 2016, n. 95.

Nuovo regolamento

gazzetta_2

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 4 aprile 2016, n. 95 

Regolamento recante modifiche al decreto del Presidente della Repubblica 14 settembre 2011, n. 222, concernente il conferimento dell’abilitazione scientifica nazionale per l’accesso al ruolo dei professori universitari, a norma dell’articolo 16 della legge 30 dicembre 2010, n. 240. (16G00106) (GU Serie Generale n.130 del 6-6-2016)

logo_repubblica_miur

Università, via libera in Cdm: arriva la procedura a ‘sportello’
per l’Abilitazione Scientifica Nazionale
Giannini: “Nuove regole nell’ottica della semplificazione
e della qualità” (Roma 03 Marzo 2016)

logo_repubblica_miur

Università, Abilitazione Scientifica: il Ministro Giannini ha firmato
il decreto con i nuovi criteri e parametri per la valutazione dei candidati (Roma 8 Giugno 2016)

Il Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Stefania Giannini, ha firmato il decreto con i criteri e i parametri per la valutazione dei candidati all’Abilitazione Scientifica Nazionale,  titolo necessario per poter insegnare all’Università. La procedura di Abilitazione, prevista dalla riforma dell’Università del 2010, è in fase di revisione per semplificare e migliorare tempi di svolgimento e procedure di selezione.
“Stiamo lavorando – sottolinea il Ministro Stefania Giannini – per poter partire con la nuova tornata questa estate. A marzo abbiamo approvato in Consiglio dei Ministri il nuovo regolamento per lo svolgimento dell’Abilitazione con l’introduzione della procedura a sportello – d’ora in poi la domanda si potrà presentare in qualsiasi momento dell’anno – e con la revisione delle modalità di sorteggio delle commissioni per garantire una maggiore rappresentatività dei settori disciplinari. Questo decreto rappresenta un’altra tappa di avvicinamento per far ripartire le procedure di Abilitazione con regole semplificate e tempi più certi di svolgimento”.
In particolare, il decreto firmato oggi dal Ministro, che ora dovrà passare il vaglio della Corte dei Conti, stabilisce:

ANVUR-1024x288

Documento di accompagnamento alla Proposta relativa alle Soglie per l’Abilitazione scientifica nazionale (6 Luglio 2016)

 

 

 

 

logo

Rassegna Stampa: Articoli su ASN

 

logo normattiva

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 14 settembre 2011, n. 222
Regolamento concernente il conferimento dell’abilitazione scientifica nazionale per l’accesso al ruolo dei professori universitari, a norma dell’articolo 16 della legge 30 dicembre 2010, n. 240. (12G0004) (GU n.12 del 16-1-2012)

 

 

MIUR – Ricerca, Giannini: “Da Cdm ok a ‘Sblocca-Enti’. Meno burocrazia, più autonomia gestionale per favorire la competitività del sistema”

logo_repubblica_miur

Roma, 25 agosto 2016

Ricerca, Giannini: “Da Cdm ok a ‘Sblocca-Enti’. Meno burocrazia,
più autonomia gestionale per favorire la competitività del sistema”

Meno burocrazia, più autonomia nella gestione del budget e nell’assunzione del personale. Via libera in Consiglio dei Ministri al decreto che semplifica l’attività degli Enti pubblici di ricerca (EPR), 21 in tutto, di cui 14 vigilati dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. …….