CHIAMATE e CAUSE DI INCOMPATIBILITA’ (Procedure ex. art. 18,22 e 24 L.240/2010)

Alla luce della recente Sentenza della Corte Costituzionale n. 78 del 9 aprile 2019 molti ATENEI Italiani dovranno aggiornare i criteri di ammissibilità ai procedimenti di chiamata.

la Corte Costituzionale ha infatti precisato che, a suo avviso, tra le condizioni che impediscono la partecipazione ai procedimenti di chiamata dei professori, il rapporto di “CONIUGIO” con Docente, Rettore, Direttore generale o componente del CDA, è stato intenzionalmente omesso dal legislatore in ragione dei significativi profili differenziali da prendere in considerazione.

Riaffermando così il principio che solo la legge può disporre eventuali limitazioni all’accesso alla procedura concorsuale.

Alla luce di ciò la “incompatibilità“, fatta propria da molti ATENEI, non può essere applicata ai coniugi, ma deve limitarsi esclusivamente ai rapporti di parentela e affinità 

A questo punto molti Atenei dovranno rivedere le proprie procedure. Non resta che chiedersi cosa ne è di tutti quei professori e ricercatori che non hanno potuto partecipare alle procedure concorsuali per posizioni ormai coperte, o ancora per i probabili divorzi messi in atto nell’intento di aggirare l’incompatibilità ora diventata Legittima?

Per saperne di più